il punto

perchè mi trovo a fare il punto della situazione? qual’è il punto?
sono circa 2 mesi che sono solo. questo è chiaro. ho impiegato più di 40 giorni a tradire, se un tradimento può essere, la nena. poi un tradimento non è, visto che non ci sto più insieme. in due mesi sono uscito con una diecina di ragazze: amicizie, blind date, e piaceri, hanno portato il nulla. sono state tutte uscite inutili, prive di senso. sarò forse io che conntinua a cercare una persona dentro tante altre. sarò forse io come ormai mi sento ripetere da tutti gli amici, che pur avendo anagraficamente 25 anni, ho in testa idee buone solo nell’ottocento.
la cosa tremenda è che spesso mi sono comporatato come uno stronzo ™, ossia il vero “pessimo”. ho trattato persone incolpevoli come merda. e questo non mi appartiene e non va per nulla bene. quindi smetto.
ecco qual’è il punto. perchè lo faccio? perchè sono troppo inflessibile con me per accettare una disfatta. ma si tratta prorpio di una disfatta. oggi ero dalla nena per lavoro. siamo andati a pranzare assieme. ho trovato una ragazza triste, di nuovo invischiata in quel domopack di cose inutili, lo stesso in cui l’avevo trovata, lo stesso in cui si era rifugiata per cercare un po’ di felicità
tanti anni fa la mia vita fu salvata da un dono: il moro, mi regalò una visione del mondo, la stessa che oggi mi permette di essere una persona felice. ho provato a donarla anche a lei; sapevo di non esserci riuscito, ma credevo che qualcosa le fosse rimasto. invece ho fallito. mi dispiace: vederla di nuovo rintanata nella sua stanzetta grigia cercando in cose grigie una felicità solo momentaea, mi ha fatto male.
la cosa strana è che in quel settore del busto, tra lo sterno e lo stomaco, dove la mia coscienza ogni volta mi parla, in questo momento non c’è nulla. questo significa che LEI non ha niente da rimproverarmi. eppure non mi ha fatto piacere vederla così. triste, spenta, vuota. avessi rabbia e rancore x lei, sarebbe stato un ottimo motivo x sentirmi meglio, ora ho la prova che questi sentimenti non mi appartengono.
oggi sto bene. la mia coscienza mi lascia sereno, la mia testa no.
se potessi auguarmi qualcosa x lei, mi augurerei solo che trovi finalmente la pace che io non le ho dato.
per me, è il caso che smetta di uscire con persone solo x riempire un vuoto che tanto non riempio. mi metto in pausa, almeno finchè non sarò capace di riaprirmi a qualcuno. con buona pace di alcuni, con indifferenza di altri.
se davvero ho 200 anni, poco importa, li porto bene….
d.

il puntoultima modifica: 2004-05-18T14:16:27+02:00da akkord79
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento