ragione e sentimento

oddio mi ci intrippo in questo blog. ma lo voglio ultimare.
sono cresciuto con la chimica. mi hanno spiegato come tutto abbia necessariamente un senso. mi hanno insegnato chr tutto avviene per un motivo ben conosciuto. e questo ti forma, è indubbio.
i sentimenti, beh, quelli sono arrivati dopo, assieme forse ad un filino di maturità, ed alla decisione di abbandonare la chimica. poi però il destino è buffo, e mi sono ritrovato a programmare, comandare computer. è un bel lavoro, dove tutto ha necessariamente un senso e tutto avviene per un motivo ben conosciuto.
però sono cambiato. prima nascondevo i miei sentimenti per paura di essere ferito. c’è anche da capirlo, in un mondo tutto razionale, l’irrazionale fa paura. oggi invece vivo di sentimenti, ho la consapevolezza che per quando ogni persona possa ferirmi, nessuna possa in realtà uccidermi. è una forza molto grande, e sinceramnete è un modo di vivere molto più libero.
eppure ora convivono in me ragione, e sentimento. applicarli alla vita assieme non è quasi mai necessario, ma è purtoppo strettamente necessario ora.
vedete, la nena, è oggi ormai una persona, una figura come tante. è una persona con cui ho un buon rapporto, e la libertà di giocare un po’. questo mi dice la ragione. la ragione mi dice anche altre cose: mi dice che tutto sommato è troppo diversa da me, mi dice che ho bisogno di altre cose, e mi consiglia di cercarmi la felicità altrove.
i miei sentimenti dicono cose diverse: mi raccontano di una persona con cui oggi i rapporti sono buoni, ma immersi nel triste miele del ricordo. di quando due persone decisono di abbattere la sottile linea date dalle convenienze di tutti i giorni, dal rispetto formale per divenire amanti. mi ricorda questo, mi rammenta di quanto sia bella, ogni volta che la vedo, e mi suggerisce che per quanto le cose appaiono così diverse tra noi. però mi dice di come non sia mai facile trovare una persona che non sia una persona qualunque , e mi getta un qualcosa tra malinconia e noia, nel vedere di come tutto sia di nuovo ridiventato normale.

male? dolore? tristezza?
macchè, più nulla di tutto questo. oramai il tempo ha fatto il suo dovere. è solo la difficile gestione del quoidiano, quando ragione e sentimento si mescolano.
è per spiegare meglio come la sensazione che si ha quando si cerca LA risposta ad una domanda, La risposta che nessuno ti dà, che te non sai e che per quanto cerchi non riesci a trovare. ecco la sensazione che provo.

è l’implicito senso di inutilità che c’è nella ricerca. tutto qua
con un grande rispetto,

d.

ragione e sentimentoultima modifica: 2004-06-19T12:17:53+02:00da akkord79
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “ragione e sentimento

Lascia un commento