metamorfosi

la novità è che non scrivo +. questo dovrebbe essere un bene perchè dovrebbe significare che sto meglio.

insomma. domenica mi sono sorbito la telefonata dell'amichetta di am. che mi invitava al suo compleanno… e oggi la sua visita x riscuotere i soldi del regalo. ma non ci vado. non capisco cosa ci incastri io.

ieri l'ho chiamata con la scusa che rivolevo una cosa. in realtà le avevo preso un pensierino e volevo darglielo. avevo lasciato un conto in sospeso. una piccola chiave d'argento, un vecchio pegno.
lei si è avvicinata mi ha dato il cd, quasi l'ho dovuta fermare x darle il pacchetto. e sono andato subito via. beh, mi ha liquidato con una mail di freddi ringraziamenti. il gesto l'ho fatto x me, ma un po' più di entusiasmo lo avrei gradito. quando avevo sbagliato nel giudicare e nel mettermi accanto quella ragazza…. l'unica cosa positiva di quei mesi è stato il tanto sesso. e questa è una delle considerazioni più tristi che abbia mai fatto.

con i. invece le cose stanno tra il sogno e l'irragionevole. lei si apre di 1 millimetro alla volta. vorrei, ma anzi non vorrei, ma si vorrei. beh, sapevo fin dall'inizio che sarebbe stata dura, ma così è ridicolo. è come se la storia fosse nata, morta subito dopo e ora stesse x rinascere. il problema è che non mi sento per nulla in vendita. e che a me lei piace. e tanto. specialmente come persona (anche se poi è molto bella anche d'aspetto).

credo che tutto il problema nasca dal fatto che lei non ha mai avuto un ragazzo. e questo in lei complica le cose.

però io sono tranquillo. mi sento bene, in forma. non ho tanta voglia di fare casino, anche se sabato scorso ho avuto una delle mie care (ex) serate scazzo, quelle in cui riesco ad essere brillante, simpatico e di compagnia con chiunque. a dire poi il vero anche il giorno prima non sono stato male.

beh, è forse la prima volta in 2 o 3 anni in cui sono single e non mi pesa la cosa. credo che in parte il gioco a scacchi messo su con I. mitighi un po' le mie sensazioni. però per quanto fanciullesco, quasi adolescenziale mi piace questo gioco. è più simile a me. inoltre nutro una insana sensazione che mi dice di quanto io sia felice in compagnia di lei.

il futuro è da sempre incerto e da sempre questa cosa mi diverte un sacco. tutto queso e sono solo passati 18 giorni dall'inizio dell'anno. mi sembrano tanti, tanti. sono un filino iperattivo, ma è condizione classica da molto tempo, quindi non mi preoccupo. oddio, l'insana idea di indebitarmi per comprare casa non so da dove sia sbucata.

ma questa è la mia vita. e a me piace tanto così. magari un po' più di amore ce lo metterei, altrimenti rischia di essere buona, ma un po' sciocca.

con affetto
d.

metamorfosiultima modifica: 2006-01-18T22:55:05+01:00da akkord79
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento