le cose che non capisco

putroppo sono molte. decisamente troppe.

non è che mi sforzi molto nel gioco del piacere agli altri. quindi non dovrei nemmeno lamentarmi più di tanto.

però ci sono troppe cose che non capisco. le cose che si devono dire per circostanza, quelle che non si devono dire, il moto “giusto” di comportarsi e ben inteso, non mi riferisco all’educazione o alla civiltà, ma a quella serie di atteggiamenti che bisogna adottare nelle varie situazioni.

mi sembra di vivere in un mondo dove le cose non si dicono più. si deve giocare, atteggiarsi, muoversi e non per il gusto di farlo, ma per necessità, un po’ come i tonni nelle tonnare.

il problema è che i tonni dalle tonnare finiscono nelle scatolette di latta, e sinceramente finirci, non è una delle priorità della mia vita.

non ho voglia stasera di raccontare l’episodio che mi ha portato a scrivere questo post, lo lascio al futuro, se ne avrò voglia, però mi fa rabbia l’impossibilità di rendere semplici le cose semplici. è come se vivessimo con la necessità di avere problemi, sembra quasi che ci sia un gran bel numero di persone spaventate dall’idea di vivere felici.
accidenti, odio nietzsche, è pessimista e ansioso, ma sembra quasi che alla fine abbia le sue ragioni!

tutto questo condito dal fatto che non sono nè triste, nè perplesso; non faccio strani sogni e ho abilmente ricacciato i miei fantasmi nel dolce posto dove devono stare.
Allora, perchè mi sto lamentando?
sarà che forse ho ripreso a dormire poco…

mah!

con affetto
d.

le cose che non capiscoultima modifica: 2007-11-22T22:40:00+01:00da akkord79
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “le cose che non capisco

  1. ciao..è davvero incredibile…oggi avrei voluto scrivere esattamente lo stesso post.. ho scritto una cosa simile due giorni fa….e dato che mi sono stufata di chi complica tutto, ho deciso che io intanto inizierò ad agire come chi la vita la vuole semplice..gli altri vivranno come meglio credono…. ps. anch’io ho ripreso a dormire poco..ciao e a presto

I commenti sono chiusi.